Internet Key Exchange: tutto quello che c’è da sapere

Internet Key Exchange (IKE) è un protocollo di distribuzione di chiavi simmetriche bidirezionale che fornisce la crittografia end-to-end al bordo della rete. Nel computer, Internet Key Exchange è fondamentalmente lo stesso protocollo utilizzato per stabilire un’associazione di sicurezza nella suite di protocolli standard IPsec. IKE stabilisce un’associazione di sicurezza tra una chiave basata su IP, che può essere una chiave privata o una chiave pubblica. IKE modifica anche i parametri Kerckhoffs oltre a garantire il trasporto dei pacchetti IP all’interno della rete.

Rispetto a IPsec, IKE è più sicuro in quanto impedisce l’intercettazione del traffico IP privato. È anche importante notare che mentre IPsec e IKE sono simmetrici, IPsec può rompere la relazione simmetrica introducendo chiavi deboli. Per esempio, una rete IPsec può consentire la comunicazione di un protocollo standard a un servizio non IP. In questo caso, IPsec è vulnerabile agli attacchi da altre connessioni di rete. D’altra parte, una chiave privata consente la comunicazione a un’altra rete privata virtuale senza utilizzare l’indirizzo IP. Oggi sono molte le persone che decidono di acquistare una chiavetta internet per poter godere di fatto di un buon apparecchio di questo genere che può essere molto utile ed efficiente in tante occasioni diverse. Puoi scegliere tra tanti tipi diversi di chiavette internet, da quelle che hanno un costo più accessibile a quelle che invece hanno senza dubbio un costo più elevato ma che allo stesso tempo offrono anche una buon livello di affidabilità e di sicurezza in generale, così da permetterti anche di spendere delle cifre di denaro che puoi permetterti di spendere per poter godere di fatto di un buon apparecchio e utile in tante occasioni e situazioni diverse.

Per saperne di più su IPsec e IKE, è importante familiarizzare con le basi di come funziona Internet Key Exchange. Per cominciare, un pacchetto IP viene criptato digitalmente con una chiave casuale, e poi il pacchetto viene inviato su una rete IP a un host remoto. L’host remoto riceve i dati criptati e crea una chiave segreta IP. Questa chiave segreta viene utilizzata dal server e da tutti i client autorizzati per accedere alle risorse protette sul server senza autorizzazione. Di conseguenza, un firewall sul server protegge la rete da accessi non autorizzati, oltre a mantenere sicura la comunicazione IKE e IPsec su una rete privata virtuale.

Visita il sito internet indicato in seguito www.sceltachiavetteinternet.it per approfondire l’argomento.