Pennelli per le unghie: quali servono realmente?

Per realizzare una buona manicure è necessario disporre della giusta strumentazione, tra cui spiccano i pennelli. Con questi possiamo realizzare nail art creative e artistiche, con poca fatica – e ottimi risultati! Vediamo di seguito di che tipo di pennelli avremo bisogno in questo caso, al fine di informare al meglio il lettore. Per ulteriori informazioni in merito è possibile consultare questo portale web sui pennelli per le unghie.

  I pennelli a setole corte – e dal taglio quadrato – sono quelli più comuni. Si usano perlopiù per la tecnica one stroke, ossia la stesura del colore con una sola passata. Possiamo trovare questi pennelli sia in setole naturali (di solito pelo di martora) che sintetiche. Ovviamente la seconda tipologia prevede un costo minore rispetto alla prima, ma se vogliamo una precisione senza eguali dovremo optare per le setole naturali. Questi pennelli sono lunghi dai 13 ai 19 cm; facili da gestire, si adattano sia a un uso professionale che a uno domestico;

  Il pennello designer si usa soprattutto per il french. È un pennello a setole allungate e appuntite, dalla forma conica. Ci aiuta a prelevare la giusta quantità di colore, e a tracciare una linea netta. Si trova in setole e in silicone;

  Il pennello a setole medio lunghe e dal taglio quadrato è diffusissimo. Simile alla prima tipologia, ha uno scopo quasi uguale. Tuttavia potremmo fare passate più ampie, in maniera più semplice;

  I pennelli obliqui sono ideali per le linee definite e precise. Possono essere a setole corte e a taglio obliquo – per la micropittura o la tecnica one stroke – o a setole lunghe e taglio obliquo – lunghi, per disegni geometrici e decorazioni di fiori;

  Infine i pennelli Kolinsky, destinati alla nail art, sono realizzati con setole in pelo di martora. In Kolinsky n.0 si usa per creare linee morbide e sottili. Il n.2 è uguale ma più grande, mentre il n.3 è quello di dimensioni maggiori – ma pur sempre piccolissimo. Se abbiamo bisogno tuttavia di fare linee ancor più sottili e precise si fa uso, solitamente, del pennello Soft Liner. Simile al Kolinsky, possiede setole ancor più lunghe.