Risoluzione, Mega Pixel e fotogrammi al secondo di una videocamera

11 novembre 2019 Off Di admin

 

Una videocamera di qualità si riconosce soprattutto dalle sue specifiche tecniche – che si possono leggere sulla scheda del prodotto. Ma come capire se tali valori e numeri corrispondono a quelli di un articolo di buona fattura? Farlo non è molto difficile, e di seguito vi spiegheremo come.

Una delle prime cose a cui far caso è la risoluzione di una videocamera, e il numero di Mega Pixel che supporta. I pixel sono dei piccoli quadratini che riportano informazioni relative all’immagine. Ogni fotografia – o fotogramma in caso di video – è il risultato di una combinazione di pixel, che somigliano quasi a una sorta di DNA per l’essere umano. Infatti definiscono l’immagine, ne contengono le informazioni necessarie, e somigliano a una catena che definisce i tratti genetici di una persona (o fotogramma). Se in un’immagine ci sono molti pixel allora questa sarà ricca di dettagli, e quindi di qualità. Così facendo non dovremo ricorrere all’interpolazione, ovvero a un metodo che prevede l’inserimento di pixel copiati (e non reali quindi) per riuscire ad aumentare la dimensione di un’immagine. La risoluzione si riferisce quindi al numero di pixel che una videocamera è in grado di supportare per ogni ripresa. I modelli di ultima generazione possono essere in 3 gradi diversi di definizione:

  HD, ovvero con 1280 x780p;

  Full HD, ossia 1920 x1080p;

  E infine Ultra HD, con 3840 x2160p.

Se vogliamo comprare un apparecchio di qualità allora assicuriamoci che abbia almeno il numero minimo standard di pixel. Volendo fare una media possiamo dire che il valore a cui fare riferimento è di 1080 pixel (Full HD).

Un video però non è composto di immagini statiche, anzi queste si susseguono creando movimento. Per tale ragione è importante far caso ai fotogrammi al secondo che questa è in grado di garantire. Più sono i fotogrammi al secondo, maggiore fluidità avrà il video. Un video standard a velocità media dovrebbe avere almeno 25 FPS. Se invece abbiamo bisogno di effettuare sequenze in slowmotion allora è meglio che i FPS siano maggiori. Parliamo quindi di 1000 FPS per un effetto al rallentatore ottimale.

Se si desidera conoscere ulteriori caratteristiche di una buona videocamera non bisogna far altro che approfondire il discorso su questa pagina dedicata al prodotto: Migliore Videocamera.